divendres, 14 de març de 2014

Borgo propizio



Traduzione di Mònica Fericle Albiol, Fanny Fontanet i Alberto Nardella


Un posto fortunato si trova in un piccolo villaggio situato su una collina, Borgo Propizio (titolo in italiano), un bel posto dove la vita è pronta a rinascere come la fenice che risorge dalle sue ceneri, con l'aiuto dei giovani e la necessità dei nostri protagonisti di fare qualcosa di veramente importante con la loro vita.


Il Borgo Propizio è un piccolo paese mediterraneo, ricco di colori stagionali: i suoi marroni e ocra in autunno, i suoi caldi blu in primavera, i suoi freddi inverni e calde estati, un posto dove tutti gli abitanti si conoscono tra loro e dove i pettegolezzi sono sempre a posto, in ogni angolo c’è una “gossip girl” pronta a informare sulle ultime notizie sui suoi vicini.


Con questo romanzo ho avuto la fortuna di scoprire due tesori e nessuno di essi si nasconde nella mappa nascosta dal fantasma che abita in questo famoso borgo. Da un lato ho scoperto un’autrice nuova, Loredana Limone, napoletana e direttora del laboratorio di scrittura creativa “sapori letterari”. Una donna che è entrata forte nel suo paese dove ha ricevuto la menzione speciale nel I Premio Letterario Federico Fellini.

Oltretutto ho scoperto una brillante ed entusiasta scommessa dell’Editorial Siruela, il nuovo sigillo Alevosia, che nasce con il desiderio di fare conoscere grandi storie ai suoi lettori, dove tutti i generi ci saranno e le letture saranno indimenticabili, potenti ed emozionanti.

Borgo Propizio è un romanzo dove personaggi irresistibili riflettono parecchi archetipi senza dimenticare di dare loro una personalità unica che li fa diventare esseri affascinanti che il lettore avrà voglia di conoscere.

Due sorelle dipendenti l’una dall’altra sono il filo conduttore che piano piano, unirano la relazione con gli altri personaggi. Marietta, maga dell'uncinetto, solitaria e con un pensiero classico e Mariolina, responsabile dell'ufficio tributi del Comune che ha voglia di cambiare la sua vita. E questo cambio arriverà con Ruggero, l’operaio che riforma una vecchia bottega per la figlia del suo avvocato. Con l’arrivo di Ruggero, le relazioni filiali, fraterne e di coppie si impongono per tutto il romanzo.

Un romanzo vivace, dove pagina tra pagina, il lettore scoprirà che la vita è quello che ci accade mentre siamo impegnati a fare delle altre cose e non c’è cosa migliore che scoprire questo romanzo.

Desiderate una seduzione veloce, una conquista del vostro cuore e un sentimento dolce e delicato? Se la vostra riposta è sì, non rinviare una decisione que avete già preso. Borgo Propizio vi aspetta.

Una storia umana dove i sentimenti più elementari che fluiscono nella vita quotidiana, si mostrano con abilità ed eleganza. Un romanzo dove il cuore governa ed accarezza l’anima del lettore. Una scoperta che non lascia nessuno indifferente.

Ricco in dettagli, l’autrice sa giocare bene con il tempo della narrazione e regala ai lettori un finale chiuso in cui lascia uno spazio per i personaggi, descrivendo il loro futuro e lasciando all’ immaginazione del lettore l’oportunità di riempire quei piccoli spazi, quelle parole non dette e quei sentimenti che fioriranno con il tempo.

Chi avrebbe pensato che in un piccolo borgo si nascondeva una grande storia del passato che davanti al presente ed al futuro, si riducesse a un solo rubino di sangue?

Cap comentari:

Publica un comentari a l'entrada